Davide Toneatti e Giorgia Marchet

Doppietta Rudy Project al 14esimo “Xc tra le torri” di Farra di Soligo: primo posto per Davide Toneatti e Giorgia Marchet

A Farra di Soligo è tornato puntuale oggi, domenica 2 maggio, dopo lo stop forzato dello scorso anno dettato dalla pandemia, l’appuntamento con il 14esimo Cross Country (Xc) tra le Torri, la manifestazione sportiva dedicata alla mountain bike e valida come seconda prova del calendario della Veneto Cup, promossa dall’Associazione Ciclistica Col San Martino.

Una giornata spettacolare per i quasi 600 iscritti nelle diverse categorie impegnati nella sfida a colpi di pedale su di un percorso completamente rinnovato, reso particolarmente insidioso dalla pioggia e dal meteo instabile.

Un tracciato tecnico e senza respiro, immerso nelle colline di Farra di Soligo, nel cuore del paesaggio riconosciuto Patrimonio dell’umanità Unesco.


Doppietta nella categoria Open per il team Rudy Project con l’under 23 friulano Davide Toneatti e l’élite feltrina Giorgia Marchet.

Nella prova maschile Toneatti, in assolo dal secondo giro fino al traguardo, si è imposto sul vicentino di Arzignano Nicholas Pettinà (Centro sportivo Carabinieri) e sull’atleta di casa Simone Pederiva (Sprint Vidor La Vallata). Nella femminile a completare il podio alle spalle di Giorgia Marchet, Sara Casasola (Servetto-Makhymo-Beltrami Tsa) e Anna Oberparleiter (Rh Racing KronplatzKing Team).

Di seguito i vincitori delle singole categorie. DA 1/2: Bianca Perusin (Libertas Ceresetto); Allievi maschile 1°anno: Stefano Viezzi (Libertas Ceresetto); Allievi maschile: 2° anno Ettore Prà (Hellas Monteforte); ED 2/1: Sabrina Rizzi (Jam’s Bike Team Buja); Esordienti maschile 1°anno: Mattia Viotto (Asd Sinergie Soligo); Esordienti 2° anno: Pietro Duregon (Team Rudy Project); Master élite: Nicola Savi (Cicli Agordina); Master 1: Gabriele Depaul (Team Spacebikes); Master 2: Marco Del Missier (Dp66 Giant); Master 3: Ivan Pintarelli (Team Bsr); Master 4: Alessandro Ingenito (Cycle Lab); Donne junior: Lisa Canciani (Dp66 Giant); Junior maschile: Enrico Barazzuol (Team Rudy Project); Master Woman: Lorena Zocca (S.c. Barbieri); Master 5: Sergio Giuseppin (Delizia Bike Team Casarsa); Master 6: Flavio Zoppas (El Coridor); Master 7+: Maurizio Borsato (Sorriso Bike Team).

(Foto: AC Col San Martino).
#Fonte: Qdpnews.it

 

VENETO CUP 2021: 14° CROSS COUNTRY TRA LE TORRI A FARRA DI SOLIGO NEL SEGNO DEI GIOVANI
Vento fresco di rinnovamento, sia nel team organizzatore che su campo gara. Toneatti e Marchet prevalgono su tutti.

Sì è tenuta nel segno dei giovani e del rinnovamento, nell’organizzazione e su campo gara, una delle prove di "lungo corso” della Veneto Cup, giunta alla 14esima edizione, il Cross Country Tra le Torri, che sono poi le storiche Torri di Credazzo, che fanno da sfondo al percorso, quest’anno molto rinnovato.

La base è, come sempre e come logico, l’orografia locale, che propone da sempre dure ascese che fanno selezione tra i vigneti delle Prealpi Venete, nella zona del Prosecco, diventata Patrimonio Unesco.

Le novità danno freschezza a questa gara e questa Società, AC Col San Martino, che da molti anni è protagonista su strada con una ormai storica gara Internazionale, ma non ha mai tralasciato le ruote grasse con la prova alla 14esima edizione, da anni Top Class inserita praticamente da sempre nel panorama della Veneto Cup XCo.

La novità di questa edizione, pur con le difficoltà aggiuntive legate alla situazione Covid, sta nel rinnovamento del tracciato, che ha conservato la caratteristica durezza delle salite aggiungendo quel "quid” di tecnica nei passaggi realizzati dai giovani bikers locali che qui sono cresciuti, Simone Pederiva in testa, che accompagnati dalla nuova dirigenza della Società, hanno portato quella ventata di freschezza che ci voleva per proseguire al meglio la storia di questo evento.

In una giornata che sembrava poter essere in parte avversata dal meteo incerto, la freschezza si è vista un po’ dappertutto: nella gara Open maschile, dove il giovane Under 23 Davide Toneatti ha dettato da subito un ritmo al di fuori della portata di tutto il resto del qualificato lotto partenti, cogliendo un successo mai in discussione sul tenace ed esperto Nicholas Pettinà , secondo e migliore elìte, e proprio su Simone Pederiva, lo stesso under 23  che ha disegnato gran parte delle nuove linee del tracciato, stavolta nella tripla veste appunto di tracciatore, collaboratore organizzativo e pure atleta di spicco.

Giovane e titolata anche la vincitrice della prova femminile: Giorgia Marchet è stata protagonista da subito, forte dei suoi titoli tricolori e della storica vittoria in Coppa del Mondo XCo tra le Under 23, ha lasciato ben poco spazio alla pur validissima Sara Casasola e all’esperienza di Anna Oberparleiter che con lei hanno composto il podio femminile assoluto.

La falsariga di un protagonista che prende il largo e si impone è stata rispettata nella quasi totalità delle 4 partenze che comprendevano tutte le categorie, complice appunto la selettività del tracciato che ha evidenziato i distacchi fin da subito. Facile leggere lo svolgimento nelle classifiche pubblicate in tempo reale, a cura della nostra efficiente segreteria, che proponiamo in allegato.

Da notare, cosa ormai consueta ma sempre qualificante, l’ampia partecipazione degli Esordienti ed Allievi, che come appunto è ormai consueto hanno "obbligato” gli organizzatori a prevedere due partenze separate per dare modo a tutti di esprimersi al meglio. Sono tanti, sempre di più ed è il segnale migliore per tutto il movimento.

Si chiude, tra fortunatamente pochi sprazzi di pioggia una giornata positiva, di ampia partecipazione che prelude ad altre prove nella Veneto Cup 2021.

Fonte: TREVISO MTB

 IL VIDEO

https://youtu.be/t28PkO0INjY     Fonte: Granfondo MTB